Eventi in programmazione

  1. Umberto Curi

    novembre 21 @ 20:00 - 22:30
  2. Daniela Marcheschi

    novembre 28 @ 20:00 - 22:30
  3. Diego Fusaro

    dicembre 5 @ 20:00 - 22:30

Noesis Newsletter

Con la sottoscrizione alla newsletter riceverai tutte le informazioni relative alle conferenze e alle iniziative di Noesis.
 

Area Riservata

Clicca sul pulsante sottostante per accedere al tuo profilo

Accedi

ANNO XXV 2017-2018

Sulle tracce dei Maestri del Pensiero. Riverbero dei contemporanei

Iscriviti al corso

Calendario-Noesis-2017-18-1

Sulle tracce dei maestri del pensiero.

Riverbero dei contemporanei. G.B. Paninforni

Signori, con piacere annunciamo la prossima edizione come “Annus mirabilis”, poiché ricorre il VENTICINQUESIMO anniversario dell’Associazione NOESIS, BG. Era infatti una sera di Novembre del 1992, Istituto Vittorio Emanuele II, Bg. Noi timidi in sul principio, ma fiduciosi nel futuro, abbiamo intrapreso questa storia che ora ripercorriamo innanzitutto come spazio di idee e conoscenze, di incontri umani , di amicizie cultural, rette e testimoniate da 500 incontri in Bergamo e periferia; 80 incontri in provincia; più di 150 Relatori, tra cui nomi di fama nazionale: Sini, Cacciari, Severino, Reale, Vitiello, Vattimo, De Caro, Zagrebelsky, De Monticelli, Mancuso, Ronchi e poi Boncinelli, Andreoli, Borgna ecc… con una partecipazione di pubblico di molte decine di miglia.

Un evento che nella nostra città ha creato una sorgente di cultura, anticipando i festival nazionali di Modena, Mantova, Bergamo.

In filosofia non esistono momenti che segnino decisamente un prima e un poi, non ci sono come nella scienza punti di non ritorno, altrimenti non leggeremmo oggi i testi di Platone.(D.Di Cesare). Così è stato per noi in questi venticinque anni: un continuum di ricorsi e svelamenti, consapevoli che la verità ha sempre un ultimo velo.

Il tema del maestro classico e del discepolo contemporaneo, nelle vesti dei nostri Relatori, che caratterizza questa edizione è il paradigma dell’eterno cammino umano. Tutto sta infatti nel saper usufruire e aggiornare il passato, con quelle intuizioni di cui il presente ci informa. Diceva Italo Calvino: “Perché i classici? Perché ti pongono sempre nuove domande, ti possono sempre stupire”.

Appunto lo stupore è quel brivido di vita per cui ti compiaci di esistere, è quella bellezza d’un pensiero che illumina la tua giornata. Noi siamo la fanciulla discente di Pompei, un po’ sorpresa e un po’pensierosa, nell’atto di intraprendere una via ideale di conoscenze.

“Scis vias” ammonisce Ildegarda di Binghen, cioè conosci per sapere quale strada percorrere e noi abbiamo scelto la Filosofia come scienza che tutto comprende, nel senso di prendere tutto assieme per guidare la mente umana.

Tutti possono accedere alle venti lezioni condotte quest’anno da maestri della filosofia, Relatori di chiara fama, riflesso degli antichi.

vedi la storia completa